Sacerdote rompe il silenzio su vaccini, aborti e papa – VIDEO

 

Questo sacerdote inquadra il reale valore delle affermazioni di papa Francesco, e soprattutto denuncia coraggiosamente l’uso sistematico di feti abortiti, ancora vivi, prodotti specificamente per usi farmaceutici e scientifici. Chiarisce responsabilità etiche di tutti coloro che sono coinvolti nella produzione e utilizzo di tali vaccini, ma anche lo scopo di danneggiare quelli che li assumeranno. Infine chiarisce che Dio è al di sopra di qualunque parere ecclesiastico.

“Non c’è costruzione intellettuale che possa dissimulare la radicale malizia di una pratica medica che, con il pretesto di prevenir una malattia il cui tasso di letalità è stimato attorno allo 0.3%, senza alcuna garanzia di immunizzazione e nella totale ignoranza degli effetti collaterali, esige veri e propri sacrifici umani di inaudita efferatezza… I veri interessi non sono di natura sanitaria, ma finanziaria”.

Il sacerdote compie esami razionali, ancorché semplici, dei fatti scientifici. Mette in dubbio la dichiarazione di usare solo poche linee cellulari, ancora vive, tratte da 3 aborti di ben 50 anni fa (!), per produrre quantità elevatissime e non proporzionali di farmaci.

I feti devono essere necessariamente ancora vivi, prodotti appositamente, e subiscono espianti di organi e sevizie indicibili. Essendo esseri viventi della stessa specie di chi riceve il vaccino, interferiranno con il loro corpo.

In questo altro video (clicca qui per vedere), il padrino dei vaccini Staley Putkin, ammette sotto giuramento, di aver usato centinaia di feti abortiti, durante la sua vita, per i suoi studi sui vaccini e sulla biochimica. Dichiara anche di aver usato bambini orfani, oppure bambini figli di carcerate, oppure bambini con problemi mentali.
“Ascoltate le parole di questo sacerdote cattolico che esprime il suo pensiero sulla questione vaccini.”
Per approfondire:
Photo & video credits: video and images in this article are taken from Internet and/or from the articles cited or linked, and belong to their respective owners. Video e immagini in questo articolo sono tratte da Internet e/o dagli articoli citati o linkati, e appartengono ai rispettivi proprietari.

4 thoughts on “Sacerdote rompe il silenzio su vaccini, aborti e papa – VIDEO

  • Maggio 20, 2021 in 3:29 pm
    Permalink

    Qusta la dichiarazione di Liliana Segre : “Sono contenta di averlo fatto perché è normale che in tempo di pandemia uno cerchi di curarsi. Sono una cittadina di novant’anni che come tante altre persone è andata a fare il vaccino. Nella normalità. Cerchiamo sempre la normalità, che è una gran bella cosa”.
    Liliana Segre (Milano, 10 settembre 1930) è un’attivista e politica italiana, superstite dell’Olocausto e testimone della Shoah italiana, dal 15 aprile 2021 presidente della Commissione straordinaria per il contrasto dei fenomeni di intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza.

    C’è qualcosa che non mi torna in queste dichiarazioni dette da un personaggio di questo “spessore” che fa da cassa risonante al volere di Big Pharma inducendo altri a seguirla come esempio con altissimi meriti nel campo sociale.

    Risposta
  • Giugno 21, 2021 in 7:13 pm
    Permalink

    Come mai non c’è il nome del sacerdote né la parrocchia di appartenenza? Io come cattolico ho il dovere di diffondere ciò che il sacerdote dice coinvolgendo, non solo il mio Parroco, ma il Vescovo e tutti i Parroci della mia Diocesi. Per Fare questo devo mettermi in contatto e avere un colloquio con il sacerdote del video per avere le fonti delle sue affermazioni e controllarle. Occorre che tutti i battezzati alzino la voce contro questa barbarie.
    QUALCUNO PUO’ AIUTARMI?

    Risposta
    • Giugno 21, 2021 in 8:09 pm
      Permalink

      Hai ragione, avrei dovuto cercare il nome e altre informazioni. Ho pubblicato questo video come se fosse una condivisione di un post su un qualsiasi social. Se troverò maggiori informazioni, le aggiungerò a questo articolo e risponderò a questo commento per avvisarti.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *