“Mario Draghi vuol far fallire le piccole e medie imprese” (Francesco Amodeo)

(Aggiornato 16/10/2021)
Il giornalista scrittore Francesco Amodeo presenta un report scritto dal gruppo delle 30 banche centrali nazionali che si sono riunite a porte chiuse nel dicembre 2020.

Il report del Gruppo dei 30

Il titolo del report è “Rilancio e Ristrutturazione del settore aziendale post-covid – Progettazione di interventi di politica pubblica”.
Questi 30 banchieri si sono riuniti per decidere in modo diretto le politiche pubbliche, al posto degli ordinari governi. Quando l’Italia è entrata nell’Unione Europea, ha dovuto firmare un accordo secondo cui i governi non potevano intromettersi o interferire con le banche centrali. Invece assistiamo alla situazione opposta, in cui non solo i banchieri centrali fanno l’opposto, ma addirittura uno che sedeva in questo Gruppo dei 30 banchieri centrali è andato sedersi personalmente sulla poltrona del Presidente del Consigliocri: Mario Draghi.

Cosa è il Gruppo dei 30 Bachieri Centrali? Da chi è formato?

A questo gruppo di bachieri centrali appartengono personaggi come Jacob A. Frenkel, Chairman della JPMorgan Chase International, ovvero la banca accusa della crisi dei mutui subprime. La stessa banca che ha causato la recessione del 2008, facendo perdere posti di lavoro e casa a milioni di persone a causa della speculazioni sui mutui subprime. Questo stesso personaggio, che è uno dei banchieri più ricchi del mondo, ha dovuto rinunciare al secondo incarico di governatore della banca di Israele, perché è stato beccato a rubare una borsa in aereoporto!. Questa è la caratura dei personaggi del Gruppo dei 30 che non solo vengono a suggerire le politiche che gli stati nazionali devono intraprendere, ma addirittura siedono in prima persona sulle poltrone politiche.

Mario Draghi è passato dal Gruppo dei 30 alla Presidenza del Consiglio Italiano

Mario Draghi si è letteralmente alzato dal tavolo del Gruppo dei 30 e si è seduto sulla poltrona di Presidente del Consiglio, 2 mesi dopo aver firmato personalmente il report in questione, visibile nel video qui sopra. Si è fatto Presidente del Consiglio, grazie ad un accordo per far cadere il Governo stretto con Matteo Renzi, per potere attuare egli stesso, in prima persona, il programma che sempre lui stesso ha firmato. In questo report gli spietati bachieri parlano di “aziende zombie”, ovvero le aziende che ha deciso essere destinate a morire, il cui fallimento loro dovranno indurre e favorire. Queste aziende sono la maggior parte delle piccole e medie imprese italiane e non sono nate “zombie”, ma sono diventate tali per gli interventi che questi stessi personaggi hanno deciso per durante molti anni trascorsi. Ora hanno deciso che queste aziende, ovvero le piccole e medie imprese dovranno sparire.
Le uniche aziende che questi bachieri favoriranno sono quelle che loro hanno deciso che sopravviveranno alla crisi pandemica.

Chi è Mario draghi?

Oltre ad appartenere, come detto sopra, al Gruppo dei 30 (di seguito i link), Draghi è anche l’inventore di quei malefici prodotti finanziari chiamati “Derivati”, che hanno permesso speculazioni enormi e causato crisi finanziarie. Mario Draghi è stato anche:

● Ex Presidente BCE (Banca della Comunità Europea).
● Ex Governatore della Banca D’italia.
● Ex manager della Goldman Sachs (che ha i suoi uomini nelle maggiori organizzazioni statali e non statali del mondo).
● Ex Direttore Generale del Ministero del Tesoro.
● Ex Direttore Esecutivo della Banca Mondiale a Washington.

Francesco Amodeo

Sostieni il canale del giornalista scrittore Francesco Amodeo iscrivendoti al suo Blog del sito www.francescoamodeo.it al seguente link:
Potrai leggere almeno 1 articolo nuovo di Francesco Amodeo ogni giorno. Avere accesso all’archivio di articoli e video. Ricevere la newsletter con tutte le novità e gli approfondimenti.
O puoi effettuare una donazione:
O puoi sostenerlo acquistando uno dei miei libri al seguente link:
Photo & video credits: video and images in this article are taken from Internet and/or from the articles cited or linked, and belong to their respective owners. Video e immagini in questo articolo sono tratte da Internet e/o dagli articoli citati o linkati, e appartengono ai rispettivi proprietari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *