Frajese alla Camera, Nature, NEJM, e The Lancet su danni vaccini 24-05-2022 – VIDEO

In questa conferenza al Senato della Repubblica del 24/05/2022, il famoso endocrinologo Giovanni Frajese riporta alcuni studi pubblicati sulle maggiori riviste scientifiche del mondo, come The Lancet, The New England Journal of Medicine e Nature, in cui risultano evidenze sconvolgenti sugli effetti dei vaccini, ancora peggiori di quelle che erano note alcuni mesi fa.
Si tratta di vere frodi scientifiche, intenzionali, e danni gravissimi alla popolazione. I responsabili delle campagne vaccinali vanno denunciati e processati.
Il dott. Frajese è stato espulso da poche settimane dall’ordine dei medici, a causa del rifiuto di vaccinarsi. In altri video disponibili in rete, il dottor Frajese mostra ulteriori evidenze scientifiche esprimendo altri commenti.
Questo video è tratto dal canale YT di Radio Radio TV: https://www.youtube.com/watch?v=VwwKleB6xMA

Le informazioni del video originale

“Sarebbe il caso che questi dati scientifici vengano presi in considerazione da parte delle Istituzioni”, esordisce con queste parole l’intervento del prof. Giovanni Frajese, endocrinologo e docente all’Università di Roma “Foro italico”, alla Commissione parlamentare d’inchiesta sui vaccini anti-Covid. Basandosi sui principali studi scientifici pubblicati su riviste settoriali tra le più importanti al mondo, Frajese spiega in maniera i chiara dati ufficiali sull’efficacia vaccinale e sulle sue possibili conseguenze mediche.

Secondo lo studio scientifico pubblicato su Nature si è assistito ad un incremento di oltre il 25% degli accessi al pronto soccorso per criticità cardiovascolari nelle fasce di popolazione under 40 in concomitanza con la campagna vaccinale. “Il dato è incontrovertibile non sono mie opinioni. Qualcuno dovrebbe prendere atto che esiste una scienza che a livello internazionale va avanti. Sarà il caso di studiare e non dare diktat senza basi scientifiche”

Le maggiori riviste scientifiche: The Lancet, NEJM, Nature

Il primo studio presentato Frajese e pubblicato da The Lancet evidenzia i limiti della protezione vaccinale, la quale risulta nulla dopo 8 mesi ma soprattutto negativa dopo 9 mesi, cioè sotto la protezione dei non vaccinati. “Questo è un dato” spiega il professore “mai visto prima per un vaccino. Questo dato significa che le persone vaccinate si ammalano e si infettano di più di quelle non vaccinate. Già solo questo basterebbe per mandare all’aria tutta la storia che è stata portata avanti”. Tali dati vengono confermati non solo da The Lancet ma anche da ulteriori studi del The New England Journal of Medicine e da Nature.

L’analisi di Frajese approfondisce non solo le carenze nell’efficacia del vaccino ma anche il tema delle alterazioni immunitarie e delle possibili conseguenze avverse della campagna vaccinale. “Questo dato va guardato con estrema attenzione” sottolinea Frajese “per capire se sia stato fatto un danno alle persone che si sono vaccinate, danno che si spera sia solo temporaneo”.

Frajese aveva già denunciato una effica assoluta ARR inferiore all’1%

Nel seguente video Frajse spiega che i dati dichiarati sulla efficacia dello specifico vaccino, sono ingannevoli, infatti l’efficacia assoluta (ARR) è dello 0,85% e non del 95% come ritenuto pubblicamente, ovvero è inferiore all’1%:
Frajese: “Efficacia assoluta (ARR) dello 0,85%, non del 95%”. Senato della Repubblica – VIDEO

 

La migliore protesta contro finanza, politica e sanità, è ritirare soldi dal conto corrente

Per ogni euro ritirato, la banca perde in media 30€. È una protesta pacifica, poco impegnativa, ma potentissima. Basta ritirare anche una piccola somma. I soldi vanno prelevati in contanti o convertiti in beni di rifugio. Chi è povero può comunque diffondere l’iniziativa.
Leggi l’annuncio e scarica la locandina della protesta.

▷ ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE RADIO RADIO: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Video e immagini in questo articolo sono tratti da Internet e/o dagli articoli citati o linkati, e appartengono ai rispettivi proprietari. Photo & video credits: video and images in this article are taken from Internet and/or from the articles cited or linked, and belong to their respective owners.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.